SANPACARD


Dentro giovani qualitativi e meritevoli  e fuori mediocri cavalieri specializzati nell’acquisto di tavoli a caro prezzo;  questo l’uso delle wild cards da parte del Comitato Organizzatore e dello Show Director  dello Csi 5* di San Patrignano. Accanto alle orride pay-cards e alle troppo spesso male usate wild-cards, ecco arrivare, finalmente, le SANPACARDS.

Se è vero che Sanpa ha meritato la palma del migliore internazionale del 2010 non può certo meravigliare che i principi a cui si ispira nell’ organizzare uno spettacolo così importante, siano quelli dei valori sportivi più genuini e della serietà e, se è vero che Sanpa è stato considerato il miglior internazionale 2010 aderendo a questi principi, dovrebbe essere un buon esempio da seguire anche da altre importanti manifestazioni  che danno troppo peso alla grancassa a scapito dei valori sportivi; i soldi che si perderebbero con qualche tavolo in meno venduto a chi spesso finisce per avvilire  lo spettacoloe i cavalieri più bravi che non se lo possono permettere,  può essere facilmente recuperato da una maggiore credibilità sportiva e da una conseguente maggiore adesione di pubblico e di media.

Lo splendido pubblico di San Patrignano che ha affollato le tribune e che , come mai in Italia, è rimasto fino alla fine delle premiazioni per  rendere il giusto tributo  ai  vincitori, certamente ha voluto rendere omaggio anche a questasensibilità sportiva e serietà degli organizzatori .


                                                                                              Stefano Carli

 

 

 
 
Stefano Carli
   
       
         
Scrivi alla Redazione -- redazione@cavalcando.it