di Alberto Grossato
 
 
 
 

AREZZO EQUESTRIAN CENTRE: Parla francese il Gran Premio Relais Il Falconiere

 


Il francese Roger Ives Bost ha insistito e ha ottenuto la vittoria anche del Gran Premio, tentativo mancato la scorsa settimana a causa di Juan Carlos Garcia, ma che domenica 1 aprile gli è valso il trionfo nel premio Relais Il Falconiere. Riccardo e Silvia Baracchi hanno consegnato la splendida magnum di loro produzione al vincitore transalpino che in sella allo stallone baio Nippon d'Elle è stato senza dubbio il migliore della gara regina della seconda settima all'Arezzo Equestrian Centre. Con grande facilità Bost ha chiuso le due manche con 0 penalità in 43.63 secondi e ha lasciato in seconda piazza la svedese Linda Heed su Bee Wonderful (0/0 in 44.81) e in terza l'inglese Joseph Clayton su Mr Darcy (4/0 in 41.26). Migliore per l'Italia Antonio Alfonso, 13esimo su SNAI Boa Vista (4/8 in 45.11) unico azzurro su 16 in gara ad accedere alla seconda manche. Nel piccolo Gran Premio del Silver Tour il migliore è stato per l'Ucraina Cassio Rivetti su Bockmanns Lazio (0/0 in 33.85) seguito dal messicano Jaime Azcarraga su Matador (0/0 in 35.37) e dal nostro Massimo Grossato su Quala (0/0 in 35.74). Nel campo Bocacccio la mattinata di agre si è aperta con la categoria 125 a fasi consecutive del Bronze Tour in cui il primo posto è andato a Evy Morssinkof (BEL) su Vega (0/0 in 26.79), secondo è finita l'azzurra Serena Curcio su Jk Horsetrucks Valentino (0/0 in 28.22) e terza sempre per l'Italia Violetta Morganti su Lady Quicklj (0/0 in 28.93). La categoria seguente, 140 a tempo tabella A del Gold Tour, ha visto la vittoria per l'Ucraina di Katharina Offel su Otello Star (0 in 53.41), con al 2° posto Michael Whitaker (GBR) su MCB Maya (0 in 53.52) e al 3° l'italiano Massimo Grossato su Varios (0 in 53.60). Nella categoria 135 a fasi consecutive del Gold Tour ha trionfato il tedesco Tim Rieskamp-Goedeking in sella a Royale's Son (0/0 in 24.50), 2° è risulto per l'Italia Paolo Mencolini su Pirolino (0/0 in 24.62) e 3° l'azzurro Licino Grossi su Lintea Tequila (0/0 in 26.35) mentre nella categoria 135 a barrage consecutivo del Gold Tour la prima posizione è andata al belga Jody Bosteels su Spetter (0/0 in 32.03), la 2° all'ucraino Bjorn Nagel su Baron PKZ (0/0 in 33.12) e la 3° al belga Ignace Philips su Qui Vive Charboniere (0/0 in 33.92). Il neozelandese Bruce Goodin su Casino (0/0 in 31.14) si è aggiudicato la categoria 135 a barrage consecutivo del Silver Tour, in cui 2° si è piazzato l'azzurro Vincenzo Chimirri su Ginger (0/0 in 31.89) e 3° l'oladese Melvin Greveling su Monaco (0/0 in 33.07). L'ultima gara della giornata del campo dante è stata la categoria 135 a tempo tabella A del Silver Tour andata al rumeno Norbert Schumann su Nathan des Hayettes (0 in 57.71), 2° è risultata la svedese Erika Lickhammer su Respectograaf (0 in 59.31) e 3° la norvegese Anette Ringnes su Cassabachus (0 in 61.12).

Il Pony Tour ha inaugurato la domenica di gare nel campo Vasari con la categoria 115 a tempo tabella A vinta per la Danimarca da Clara Hallundbaek su Dibidoe (0 in 73.67) seguita da Emil Hallundbaek su Okehurst Little Bow Wow (0 in 76.21) e dal tedesco Philipp Houston su SG's Miss California (0 in 77.53) mentre nella categoria 110 a barrage consecutivo la vittoria è stata della belga Maartje verberckmoes su Hem bys Parla (0/0 in 33.28), 2° piazza per la tedesca Laura Hetzel su Dancing Dream (0/4 in 33.45) e 3° per la nostra Camilla Nencetti su King Cup (0/4 in 34.48). Nel Gran Premio Pony la piazza d'onore è andata alla danese Clara Hallundbaek su Beigh Castle (0/4 in 37.96) mentre 2° è risultato il tedesco Philipp Houston su Karwin (0/5 in 45.90). Emil Hallundbaek in sella a Lacorda si è guadagnata la vittoria della categoria 115/120 a tempo del del Ch & Jun Bronze Tour, in cui 2° è risultata la tedesca Laura Hetzel su Titanium e 3° Asli Gulec (TUR) su Bacatina (0 in 65.78) mentre nella categoria 120 a tempo tabella A del Bronze Tour ha trionfato il brasiliano Tiago de Ales ferraz su Zirconia (0 in 55.37) seguito dalla belga Elodie Meulemnas su Andante (0 in 59.81) e dal polacco Pawel Piatkowski su Limit (0 in 63.48). All'Italia è andata la vittoria della categoria 115 a tempo tabella A grazie a Cristian Avoli in sella a Taiga M (0 in 55.11) che ha lasciato in 2° posizione il rumeno Bogdan Leonte su Fifty Cent (0 in 55.29) e in 3° Francesca Ferrari su Nocciolo del Cetona (0 in 55.67) mentre nella categoria 130 a barrage consecutivo ha primeggiato la svedese Erika Lickhammer su Donatelle vh Lambroeck (0/0 in 35.62) che la lasciato la 2° piazza al tedesco Daniel Dassler su Sebena (0/0 in 36.81) e la 3° alla canadese Ellicia Edgar su Whisper (0/0 in 37.86). Conclusa la seconda intensa settimana del Toscana Tour 2012, lunedì 2 aprile regalerà il meritato riposo ai concorrenti che da mercoledì ripartiranno con le competizioni riservate ai cavalli giovani.


 
     
         
Scrivi alla Redazione -- redazione@cavalcando.it