di Alberto Grossato
 
 
 
 
Juan Carlos Garcia vince il secondo Gran Premio del Toscana Tour 2013


L'emozione dell'inno di Mameli che risuona nell'arena Boccaccio era visibile in tutti i volti del folto pubblico che domenica 24 marzo ha applaudito vigorosamente l'ennesimo trionfo all'Arezzo Equestrain Centre del fortissimo Juan Carlos Garcia. Il cavaliere italiano di Bogotà in sella al maestoso grigio dodicenne, Blue Boy V. Berkenbroeck, ha chiuso le due manche del Gran Premio della terza settimana del Toscana Tour 2013 senza errori in 45.13 secondi battendo il transalpino Roger Yves Bost (0/0 in 47.09) su Nippon d'Elle, che si era impossessato del Gran Premio della scorsa settimana. “E' stata una gara emozionante – ha commentato Juan Carlos – anche perché monto Blue Boy da soli tre mesi. Questo stallone appartiene a Michel Espass, stalloniere belga, che è anche il proprietario di Bonzai van de Warande, con cui lo scorso anno vinsi il Gran Premio Fashion Valley, qui ad Arezzo.” Migliore italiana in gara è risultata l'aviere Eleonora Zorzetto su Villeneuve D. (1/0 in 52.85) mentre il campione del mondo in carica, Philippe Le Jeune si è accontentato del quinto conquistato su Once de Kreisker (1/0 in 52.75). Nella 140 a fasi consecutive del Gold Tour si è imposto lo svizzero Paul Estermann su Naiade d'Auvers (0/0 in 23.32) mentre la vittoria del piccolo Gran Premio del Silver Tour, categoria 145 mista, è andata all'ucraino Cassio Rivetti su Cartoon (0/0 in 39.94) seguito dal belga Ludo Philippaerts su Femke de Kalvarie (0/0 in 41.12) e dallo svizzero Roger Umnus su L.B.Nesquik (0/0 in 41.88). La gara conclusiva del Bronze Tour, 125 a barrage immediato, è andata all'azzurra Maddalena Meletti su Cassaya (0/0 in 36.42) mentre al termine del Gran Premio del Pony Tour, Bruno Quadrelli, presidente del Nuovo Club Ippico Aretino, ha premiato Clara Hallundbaek che su Dibidoe con 0/0 in 38.69 ha fatto suonare l'inno danese.

 


 
     
         
Scrivi alla Redazione -- redazione@cavalcando.it