di Alberto Grossato
 
 
 
 

 

Ludo Philippaets vince il Gran Premio CSIO di San Marino Arezzo


“Sono contento di tornare a vincere ad Arezzo, specialmente con questo cavallo che è al suo esordio in gare così grosse – ha dichiarato Ludo Philippaerts al termine del Gran Premio Gold CSIO di San Marino Arezzo, da lui vinto domenica 31 marzo in sella al castrone morello Denver van T Goemanshof (0/0 in 37.89) - Per questo Gran Premio di Pasqua gli chef de piste Luis Koniks ed Elio Travagliati hanno disegnato un giro molto tecnico, con un paio di linee davvero difficili. Tutto il tracciato della prima manche si snodava intorno alla riviera, nella zona centrale del Boccaccio, mentre la seconda era molto veloce, divertente e tutta da galoppare.” E così, galoppando più veloce dei 14 avversari del secondo giro, il fuori classe belga si è impossessato del Gran Premio dedicato all'evento autunnale dell'Arezzo Equestrain Centre, lo CSIO di San Marino, che dal 29 agosto all'8 settembre manderà in scena prima lo CSIO juniores/children/young riders e pony e poi lo CSIO senior. A tal proposito alle ore 12 di sabato 6 aprile la Rideres Lounge dell'Arezzo Equestrain Centre ospiterà l'aperitivo di presentazione dello CSIO di San Marino Arezzo.
Dietro al campione belga Ludo Philippaerts si è piazzato l'azzurro Roberto Turchetto sul castrone grigio quindicenne Baretto (0/0 in 38.75), l'ucraino Oleg Krasyuk su SIEC Ledgepoint (0/0 in 39.14) e l'agente del Corpo Forestale dello Stato Francesca Capponi su Stallone (0/0 in 40.33).
Nel piccolo gran premio del Silver Tour, categoria 145 mista, si è imposta la Svezia di Jens Fredricson su Lunatic (0/0 in 31.07), seguita dal Belgio di Olivier Philippaerts su Early Morning Mist (0/0 in 31.71) e dall'Italia di Luca Maria Moneta su Jesus de la Commune (0/0 in 32.13). Sempre nell'arena Boccaccio si è disputata la categoria 140 a fasi consecutive del Gold Tour che è andata all'irlandese Bertram Allen in sella allo stallone Zenzation (0/0 in 24.73) e in cui secondo è risultato il britannico Joseph Clayton su Quilano de Kreisker (0/0 inm 25.44) e terzo il tedesco Alexander Hufenstuhl su Luigi H (0/0 in 25.44). Il derby del Bronze Tour ha decretato la vittoria del rumeno Norbert Schumann su Raschida (74.43 sec.), la seconda piazza dell'italiana Angela Satto su Ouragan des Forges (76.02 sec.) e la terza del greco Nikolas Papageorgiou su Duxiana (76.94 sec.) mentre il podio del Gran Premio Pony ha visto il primo posto della danese Clara Hallundbaek su Dibidoe (0/4 in 32.80), il secondo della norvegese Andrea Isabell Steen su Olly III (0/4 in 33.46) e il terzo dello svizzero Alessio Stadelmann su Ard Fry Seymour (4 in 61.25). 


 
     
         
Scrivi alla Redazione -- redazione@cavalcando.it