ITALIA BELGIO E FRANCIA ALLA PRIMA DI JUMPING VERONA

La prima a Garcia

L’edizione 2016 di Jumping Verona, unica tappa italiana della Longines FEI World Cup™, non poteva cominciare in modo migliore per i colori azzurri. Ad aggiudicarsi la prova d’apertura del CSI5*-W, il premio Sony categoria contro il tempo con ostacoli a 1 metro e 45, è stato Juan Carlos Garcia (nella foto Jumping Verona/S.Grasso), vero beniamino del pubblico scaligero. Garcia in sella al suo Moka de Mescam ha chiuso la prova, grazie a un velocissimo percorso, senza alcune errore agli ostacoli e con il tempo di 54.26 secondi.

Al secondo posto uno dei giovani talenti dell’equitazione tedesca, Marcel Marshall, che con il suo Cassius van de Smis, senza abbattere alcun ostacolo ha fermato il cronometro sui 55.00 secondi.

Terza piazza per un altro nome storico della nostra equitazione il modenese Gianni Govoni. Insieme allo stallone grigio di 9 anni Labraker ha chiuso un giro, interamente interpretato al galoppo, con uno 0 agli ostacoli e il tempo di 55.83.

Al belga Philippaerts Il Premio KASK

a seconda gara della giornata inaugurale delle sedicesima edizione di Jumping VeronaPremio Kask, categoria a tempo da 1 e 50, ha visto il successo di Olivier Phlippaerts, uno dei giovani talenti dell’equitazione internazionale.

Il giovane belga, sceso in campo come quarto tra i 41 binomi al via, è stato autore di un percorso perfetto con la sua Ustina Sitte. Nessun errore agli ostacoli e cronometro bloccato su 56.20, tempo rivelatosi insuperabile per tutti gli altri cavalieri in gara.

Seconda piazza per l’irlandese Billy Towney, in sella a Ardcolum Duke (0/57.09). Terza della classifica l’amazzone elvetica Janika Sprunger su Aris CSM (0/58.80).

Kevin Staut vince Il Premio Prestige

Gara avvincente e spettacolare, il premio Prestige categoria a barrage da 1 e 55 che stasera ha concluso la giornata d’apertura del CSI5*-W. Dopo il percorso base al quale hanno preso parte 45 binomi, in 16 hanno guadagnato l’accesso al barrage grazie a un percorso netto. Ed è stato proprio il barrage a regalare le emozioni più forte al numeroso pubblico presente. Lorenzo De Luca con Limestone Grey, secondo a ripresentarsi in campo, ha infatti tenuto la testa della gara fino all’ingresso del francese Kevin Staut.

Doppio netto nel tempo di 36.39 secondi per l’azzurro e doppio netto con il cronometro fermo sull’incredibile tempo di 35.53 secondi per il francese che era in sella ad Ayade de Septon HDC.

Nessuno degli altri concorrenti in barrage è stato capace di fare meglio. Vittoria quindi per Kevin Staut e  piazza d’onore per Lorenzo De Luca. Bella anche la prova di Gianni Govoniche con Antonio ha chiuso in terza posizione (0/0; 36.72). Solo cinque binomi hanno portato a termine la prova con un doppio netto, tra questi anche la francese Penelope Leprevost con Ratina de la Rousserie (0/0; 37.74) la finlandese Juulia Jylas con Finishing Touch Wareslage (0/0; 43.50).

fonte Equi-Equipe
 

foto Stefano Grasso

 

 

 

 
 
 
 
 
     
Scrivi alla Redazione -- redazione@cavalcando.it